Bike Park d’Italia: il Centro-Sud

Bike Park d’Italia: il Centro-Sud

Proseguiamo con il nostro excursus nell’Italia del ciclismo più aggressivo, quella variante di montagna giocata di adrenalina e nervi saldi: DownHill e Freeride. A differenza della mtb più tradizionale, il cosiddetto Cross Country, queste discipline necessitano di strutture adeguate, almeno per noi comuni mortali. Impianti di risalita e percorsi appositamente disegnati permettono di massimizzare il tempo speso in sella alla bicicletta. Avere a disposizione tutte queste amenità, senza contare guide, noleggi e rifugi attrezzati, vale sicuramente la spesa, soprattutto per quelli che non praticano con costanza il DownHill ma vogliono provarne l’ebrezza. La maggior parte dei Bike Park presenti sul territorio italiano è concentrata nel Nord alpino e pre-alpino, ma anche il Centro e il Sud hanno qualche ottima proposta.

1. Pierfaone Bike Park, Potenza, Basilicata.

Uno dei primi e dei più importanti Bike Park del sud, situato nei pressi di Potenza, il Pierfaone Bike Park offre percorsi ben disegnati con salti e passerelle al posto giusto. Il Pierfaone è un monte adatto anche allo sci, nonostante la latitudine, visti i suoi 1744 metri di altitudine, e tutta l’impiantistica per la bicicletta serve a dare nuova vita nei mesi più caldi a una destinazione già molto apprezzata dagli amanti della montagna. La tipica vegetazione composta da faggeti e agrifogli costituisce una ulteriore attrazione, quasi come se questi posti fossero stati rubati ad altre latitudini ben più lontane dal mare.

2. Swup Bike Park, L’Aquila, Abruzzo.

Nel cuore dell’Italia, quel Centro che ha così tanto bisogno di rinascere, troviamo un Bike Park molto piacevole e ricco di proposte. Oltre ai più classici servizi di seggiovia che rendono operativi i nove percorsi appositamente studiati, troviamo proposte parallele come Go Kart da discesa e pareti attrezzate per l’arrampicata sportiva. È possibile approfittare di tutta una serie di attrazioni per i più piccoli, persino tracciati pensati apposta per farli avvicinare alla mtb. Alberghi convenzionati permettono anche di confezionarsi un intero fine settimana di pedalate stando comodamente sul posto.

3. Prato Selva, Teramo, Abruzzo.

Restiamo in Abruzzo per questo Bike Park dotato di 8 tracciati ben curati e affiancati da impianti di risalita. Salti, passerelle ed elementi north shore costellano i percorsi, tutti di differente livello di difficoltà, adatti sia ai più esperti sia ai principianti. Un occhio di riguardo viene qui concesso nei confronti del Freeride con due percorsi all mountain immersi in panorami decisamente suggestivi. Rifugi assistiti permettono di conciliare lo sport e la montagna con la cucina abruzzese, la ciliegina sulla torta.

4. Monte Amiata Free Ride, Siena/Grosseto, Toscana.

Nel cuore della Toscana, sui resti di un antico vulcano, troviamo un Bike Park che si snoda fra paesaggi che lasciano il segno. Trails ben curati e ben progettati, un lavoro costante di manutenzione e implementazione dellle strutture esistenti fa di questo parco una meta prediletta da molti amanti della mtb da tutto il Centro Italia. L’armamentario di passerelle, ponti e salti è ben presente e disponibile anche nei tracciati per i meno esperti, così che possano farsi le ossa e allo stesso tempo apprezzare tutto il bello di questo sport. Una menzione speciale, vista la location, va fatta alle cucine e alle vinerie del posto. La possibilità di combinare le due cose con un soggiorno sul posto è unica.

5. Abetone Bike Park, Pistoia, Toscana.

Un’altra gemma del Centro Italia è sicuramente il parco dell’Abetone, con i suoi cinque tracciati DownHill e svariati percorsi Cross Country. Le cabinovie permettono risalite facili, utilizzabili sia da chi sceglie la gravity, sia da chi sceglie di immergersi nei panorami mozzafiato di questo Appennino. Anche qui siamo di fronte ad un’esperienza totale che ci permette di dormire sul posto, noleggiare tutta l’attrezzatura e godere delle prelibatezze locali. Nel periodo invernale gli sciatori e gli escursionisti già affollano questi luoghi contribuendone allo sviluppo. Per gli amanti del ciclismo, si ricorda che proprio su queste strade Fausto Coppi vinse il Giro nel 1940.

Luoghi, News , , ,